Milano Finanza

Martedì 23 Aprile 2019 - Ore 11:02




NEWS


22/04/2019 11:07

tech e tlc

Huawei chiude il primo trimestre con fatturato in crescita del 39% grazie al 5G

Huawei Technologies ha chiuso il primo trimestre con un fatturato salito del 39% a 179,7 miliardi di yuan (26,81 miliardi di dollari) grazie agli ulteriori passi avanti nel business della tecnologia 5G. Bene la divisione consumer con 59 milioni di dispositivi venduti


Huawei

Huawei Technologies ha chiuso il primo trimestre con un fatturato salito del 39% a 179,7 miliardi di yuan (26,81 miliardi di dollari) grazie agli ulteriori passi avanti nel business della tecnologia 5G. Huawei è il più grande produttore al mondo di apparecchiature per le telecomunicazioni ed è emersa come fornitore dominante di tecnologia per reti 5G, il cui lancio in molti mercati, Italia compresa, inizia quest'anno.

Sebbene Huawei sia di proprietà privata, la società con sede a Shenzhen pubblica annualmente un rapporto finanziario controllato dettagliato. I conti comunicati sono il primo aggiornamento trimestrale di Huawei, che non ha incluso il profitto netto e i risultati dettagliati per le sue linee di business separate.

Huawei ha dichiarato che il suo business consumer, che include smartphone, tablet e altri gadget, ha continuato a progredire bene con 59 milioni di smartphone consegnati nel trimestre. Huawei si prepara a lanciare uno smartphone pieghevole da 2.600 dollari, il Mate X, per competere con il Galaxy Fold di Samsung, anche se i suoi smartphone non sono effettivamente disponibili per i consumatori statunitensi.

Huawei è stata l'obiettivo di una campagna degli Stati Uniti per impedire agli alleati di utilizzare i suoi apparati nelle loro reti 5G. L'attrezzatura Huawei è effettivamente inserita nella lista nera degli Stati Uniti, che affermano si tratti di una minaccia alla sicurezza informatica. Australia e Nuova Zelanda hanno adottato misure per limitare l'uso degli attrezzi Huawei, anche se rimane un importante fornitore in Europa.

Huawei sostiene invece che i propri apparati sono sicuri e ha organizzato una serie di eventi stampa per respingere la campagna, sostenendo che la società è stata ingiustamente presa di mira. All'inizio di quest'anno, ha intentato una causa contro una legge degli Stati Uniti che vieta alle agenzie federali di acquistare i suoi prodotti.

I risultati del primo trimestre indicano che Huawei continua a battere i suoi principali rivali occidentali, principalmente la finlandese Nokia  e la svedese Ericsson, anche se queste aziende hanno cercato di capitalizzare la campagna americana contro Huawei.

Nokia ha dichiarato che il fatturato è diminuito leggermente lo scorso anno, mentre i ricavi di Ericsson sono aumentati solo del 2,6%. Nessuna delle due società ha più una divisione attiva nella progettazione e costruzione di dispositivi consumer, che l'anno scorso è invece diventata per Huawei la principale in termini di fatturato avendo superato quella per gli apparati di rete.


News correlate


Contenuti sponsorizzati

1  Commento

rocap - Inviato il: 22/04/2019 13:14

:-)))))

Alla faccia dello Zio Sam, con parruccone biondo in stile Donald. :-)))