Milano Finanza

Martedì 23 Aprile 2019 - Ore 11:00




PODCAST ALLE GRIDA


con Gabriele Capolino

In onda su Radio Classica
tutti i giorni dal martedi' al sabato
alle 8.30

Sottoscrivi


Fai una domanda

Inserisci il risultato dell'operazione

Ascolta il podcast Dal Libor al petrolio fino alle valute: gli scandali finanziari

Le autorita' antitrust europee si apprestano a multare le banche Rbs, JPMorgan e Deutsche Bank sospettate di aver manipolato i tassi fissati all'Euribor. Le indiscrezioni indicano che saranno multate anche Credit Agricole, Societe Generale e Hsbc. Barclays avrebbe invece evitato la multa per aver avvisato le autorita' europee delle manipolazioni. Ma scandali anche dal fronte del petrolio e delle transazioni sulle valute.

Intervento del 07/11/2013 08:30
Ascolta (3.81 MB)

Ascolta il podcast Btp Italia: il segreto dietro al boom

Grande richiesta per il Btp Italia, il Buono del Tesoro agganciato all’inflazione italiana, pensato per le famiglie e i risparmiatori privati. In un solo giorno il titolo ha raccolto adesioni per 16,84 miliardi euro, poco lontano dal record di 17 miliardi raggiunto però in due giornate nella precedente emissione, quella dell’aprile 2013. Complessivamente in due giorni sono stati raccolti ordini per 22 milairdi di euro

Intervento del 06/11/2013 08:30
Ascolta (2.45 MB)

Ascolta il podcast Italia alla guerra del pil

Nel 2013 il Pil arretrerà dell’1,8% mentre nel 2014 è prevista una crescita dello 0,7%. Il governo nelle ultime stime ufficiali indicava -1,7% per il 2013 e +1% per il 2014. E' quanto prevede l’Istat. E questi numeri provocano la reazione immediata del ministro del Tesoro, Fabrizio Saccomanni, che da Londra spiega come la differenza di stime sulla crescita del Pil nel 2014 fra Istat e Tesoro è «essenzialmente dovuta al processo di riforme strutturali che abbiamo intrapreso e alle misure per il rimborso dei debiti della pubblica amministrazione che sta procedendo molto bene».

Intervento del 05/11/2013 08:30
Ascolta (3.64 MB)

Ascolta il podcast Borse, quegli strani ricorsi storici

"Non staremo seduti a guardare altri Paesi che hanno surplus di bilancia commerciale e che alzano i loro tassi per spremere la crescita mondiale, nell'aspettativa che gli Stati Uniti in qualche modo seguiranno, alzando i tassi di interesse». Era il 18 ottobre 1987 e a pronunciare in televisione queste parole contro la Germania dell'Ovest era James Baker, allora ministro del Tesoro statunitense sotto Ronald Reagan. Il giorno dopo, il Black Monday: la borsa americana, preoccupata da un dollaro debolissimo che Baker prometteva di lasciare ancora abbandonato a se stesso e attratta dagli alti rendimenti dei titoli di Stato in Germania, che avevano influenzato anche quelli Usa, perse in una sola seduta il 23% circa del valore.

Intervento del 02/11/2013 08:30
Ascolta (3.62 MB)

Ascolta il podcast Ottobre, rialzi per borsa e obbligazioni

Piazza Affari è risalita oltre quota 18.800, sui livelli del luglio 2011 - Se si dà uno sguardo a com'è cambiata la mappa dall'estate di due anni fa, spicca l'ascesa del lusso e quella del risparmio gestito - Ma soprattutto bisogna celebrare la riscossa dei bancari: nella top ten della Borsa di Milano ci sono sette banche - Maglia nera, invece, a StM

Intervento del 01/11/2013 08:30
Ascolta (3.35 MB)

Ascolta il podcast Banche, oggi sportelli chiusi

Dopo 13 anni tornano a scioperare i bancari. Oggi 309 mila lavoratori delle aziende di credito associate all'Abi incroceranno le braccia per protestare contro la disdetta unilaterale e anticipata dei contratti nazionali, per il mantenimento del fondo di solidarieta', contro le minacce di nuovi tagli a occupazione e retribuzioni.

Intervento del 31/10/2013 08:30
Ascolta (3.93 MB)

Ascolta il podcast Risparmio, sempre meno e con rendimenti in calo

Più si accumulano anni di crisi, più famiglie ne vengono colpite: indirettamente hanno dovuto farci i conti il 40% dei nuclei famiglie, in generale per la perdita del lavoro (20%) o per il peggioramento delle condizioni di lavoro (il 15% contro il 9% del 2012), ma c'è anche chi non viene pagato con regolarità (3%) e chi ha dovuto cambiare lavoro (4%). Le famiglie colpite direttamente, ossia nei percettori di reddito del nucleo familiare, sono invece il 30%, con un incremento di 4 punti percentuali rispetto al 2012 (erano il 26%). Il dato è emerso dalla ricerca curata da Ipsos per Acri in occasione dell'89esima Giornata mondiale del risparmio che cade proprio oggi.

Intervento del 30/10/2013 08:30
Ascolta (2.96 MB)

Ascolta il podcast Euro/dollaro, fino a dove può arrivare?

La moneta unica punta verso quota 1,4 dollari. Penalizzando le esportazioni e mettendo così a rischio la fragilissima ripresa di Eurolandia. Mentre i prestiti alle imprese continuano a diminuire. Se la Bce non interviene in fretta, saranno guai.  Da inizio anno, però, l'euro guadagna anche quasi il 5% contro la sterlina, il 17% contro lo yen e il 13% contro il dollaro australiano. Il rialzo dell'euro trova la sua ragione principale nelle decisioni di politica monetaria prese dalle altre banche centrali a livello internazionale. Negli Usa, per esempio, la chiusura di molti uffici federali a inizio ottobre per la mancanza di un accordo sul budget per il 2014.

Intervento del 29/10/2013 08:30
Ascolta (3.66 MB)

Ascolta il podcast Twitter, l'uccellino cinguetta in borsa

1,61 miliardi di dollari. È quanto Twitter stima di raccogliere in Borsa secondo gli ultimi dati del progetto di quotazione pubblicato sul sito della Sec, la Consob statunitense. La forchetta di prezzo per le azioni è fissata tra 17 e 20 dollari, per una valorizzazione della società intorno agli 11 miliardi di dollari: Twitter potrebbe così raccogliere fino a 1,61 miliardi dalla vendita di 70 milioni di azioni. Il gruppo venderà nuovi titoli e nessuno degli attuali azionisti cederà la propria quota. In caso di boom di richieste è previsto il collocamento di 10,5 milioni di titoli in più, che porterebbe il numero di azioni ordinarie a 55 milioni, incluse quelle che non sono sul mercato. Secondo in Wall Street Journal il debutto a Wall Street sul New York Stock Exchange sarà il 7 novembre.

Intervento del 26/10/2013 08:30
Ascolta (1.78 MB)

Ascolta il podcast Borse, Vecchio continente su. Bric in picchiata

Chi pensava che lo storno della borsa fosse iniziato mercoledì, deve ricredersi. Ieri, infatti, piazza Affari ha ricominciato a correre. Protagoniste della giornata sono state le banche" che sembrano riprendersi. Mercoledì, con l'uscita delle prime informazioni sulla prossima revisione degli istituti di credito da parte della Bce, le banche avevano registrato una forte perdita di valore. Ieri, dopo qualche ragionamento in più, alcuni timori sono stati ridimensionati e questo ha spinto non solo le banche italiane ma anche quelle spagnole ad essere le migliori in Europa.

Intervento del 25/10/2013 08:30
Ascolta ( MB)